Il mercato dei vini toscani vola sopra la media. eWibe registra un +65% negli ultimi 5 anni

Il mercato degli investimenti in vini pregiati, esenti da tasse sul capital gain, ha mostrato un significativo aumento del suo valore negli ultimi cinque anni, con un incremento del 60%. I vini toscani si sono distinti particolarmente, superando la media con un aumento del 65%. Nel primo trimestre del 2024, mentre il mercato generale ha visto una lieve contrazione del 0,7%, i vini toscani hanno continuato a crescere del 1,5%, trainati dalle alte aspettative per l’annata 2021. Questa analisi è fornita da eWibe, una piattaforma di trading milanese per vini pregiati, fondata nel 2020 durante il periodo del Covid, che conta oggi 13.000 utenti.

In termini di valutazione, vini come il Sassicaia hanno visto un notevole aumento di prezzo, passando da 100 euro a bottiglia a 300 euro nell’ultimo decennio, triplicando il loro valore. Leonardo Bernasconi di eWibe sottolinea il ruolo dei Super Tuscan nel trainare l’interesse degli investitori, che hanno iniziato a diversificare le loro scelte, spostandosi dai Bordeaux e Borgogna verso altre regioni italiane come il Piemonte e la Toscana.

Dati specifici mostrano aumenti significativi del valore per molti vini toscani negli ultimi cinque anni, come Le Pergole Torte 2016 e Sangiovese Case Basse 2006. Anche per l’annata 2021, ci sono grandi aspettative, soprattutto per il Sassicaia, che ha ottenuto un punteggio perfetto di 100 da Wine Advocate, una distinzione rara condivisa solo con altre due annate. Questo interesse rinnovato per i vini autoctoni, in particolare il Sangiovese, segnala una tendenza verso la valorizzazione delle varietà tradizionali italiane.

Approfondisci

Articoli correlati

Fondo su AgriFoodTech da 100 mln: Riello Investimenti SGR lancia LINFA

Accordo per il rilancio dell’agroalimentare tra MASAF, CDP e Intesa Sanpaolo

Toscana leader degli investimenti esteri: 37 miliardi di fatturato

Approvato il Piano Strutturale: Grosseto pronta a cambiare volto

Start-up e Agritech in Italia: le analisi di Eatable Adventures

49 milioni dall’Inail per le imprese toscane che investono nella sicurezza

Contattaci

Una città accessibile alle grandi aree urbane

La città di Grosseto si colloca sull’asse viario Roma-Livorno ed è collegata alle grandi aree urbane di Siena e Firenze tramite la E78.

Per quanto riguarda l’asse Roma-Livorno (la cosiddetta Tirrenica) il Governo italiano ha annunciato che nel 2025 inizieranno i lavori per il potenziamento e la messa in sicurezza di uno degli assi viari principali del territorio, con la previsione tra l’altro dell’adeguamento del tratto Grosseto sud-San Pietro in Palazzi e del tratto centrale da Ansedonia a Grosseto.

Per quanto riguarda il collegamento Siena-Grosseto sono in corso i lavori di adeguamento a quattro corsie della E78 .
L’intervento riguarda in particolare un tratto di circa 11,8 km e interessa i comuni di Sovicille, Murlo e Monticiano.

I lavori, per un investimento complessivo di 195 milioni di euro, consistono nell’adeguamento a quattro corsie della SS223 “di Paganico” mediante la costruzione di una nuova carreggiata in affiancamento all’esistente.

Grosseto è inoltre dotata di un aeroporto civile (Grosseto Airport-Seam Spa), che al momento svolge servizio per voli privati, con un traffico charter molto sostenuto, pari a circa 1500 voli charter l’anno per visite business e turistiche.

Aeroporti

Fiumicino

Aeroporto Leonardo da Vinci di Roma Fiumicino a 170 Km

Pisa

Aeroporto Galileo Galilei di Pisa a 155 Km

Firenze

Aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze a 155 Km

Porti

Civitavecchia

Porto di Civitavecchia a 109 Km
(per Corsica, Sardegna, Sicilia, e Isola di Capraia)

Livorno

Porto di Piombino a 73 Km
(per Isola d’Elba, Isola di Pianosa, Sardegna, e Corsica)

Ferrovie

Grosseto-Roma

2 ore

Grosseto-Pisa

1 ora e 30 minuti

Strade

E80

Grosseto-Roma, Grosseto-Sarzana

SS223

Grosseto-Siena