IT

La burocrazia dell’Unione Europea

L’associazione industriale europea Business Europe ha sollevatola questione dei rallentamenti burocratici all’interno dell’Unione Europea, identificandoli come un ostacolo significativo agli investimenti. In risposta a questa problematica, l’associazione ha formulato proposte per affrontare la questione nella prossima legislatura.

Fredrik Persson, presidente di Business Europe, ha sottolineato che le procedure di autorizzazione industriale complesse e prolungate costituiscono un ostacolo alle trasformazioni verso pratiche più sostenibili e digitali per le aziende, minacciando la competitività complessiva dell’Unione Europea.

Secondo uno studio condotto su 240 imprese, l’83% ritiene che la complessità e la durata nel processo di ottenimento delle autorizzazioni siano un ostacolo agli investimenti. Business Europe evidenzia diversi fattori critici, tra cui i tempi di risposta delle autorità pubbliche, la complessità della legislazione nazionale e comunitaria, e la mancanza di coordinamento tra diverse autorità coinvolte. In media, l’ottenimento di un permesso richiede tra uno e sei anni.

L’associazione imprenditoriale europea propone una serie di misure, tra cui una riduzione dei tempi di permesso, penalità per i ritardi amministrativi, e la protezione giuridica dei funzionari. Business Europe auspica che queste raccomandazioni guidino l’agenda politica dell’Unione Europea dopo l’elezione della nuova legislatura (2024-2029).

Articoli correlati

Prorogata la scadenza del bando Pnrr per l’ammodernamento dei macchinari agricoli

Il Consiglio direttivo del Distretto Biologico si riunisci per il nuovo bando MASAF

Approvato l’azzeramento degli oneri concessori per i cambi di destinazione d’uso di locali e fondi destinati ad attività commerciali

Firmato un protocollo d’intesa tra il comune di Isola del Giglio e il comune portoghese di Vidigueira

Approvato il progetto multi-filiera del Distretto Rurale della Toscana del Sud

Aperto il bando per contributi a fondo perduto per la valorizzazione del territorio

Contattaci

Una città accessibile alle grandi aree urbane

La città di Grosseto si colloca sull’asse viario Roma-Livorno ed è collegata alle grandi aree urbane di Siena e Firenze tramite la E78.

Per quanto riguarda l’asse Roma-Livorno (la cosiddetta Tirrenica) il Governo italiano ha annunciato che nel 2025 inizieranno i lavori per il potenziamento e la messa in sicurezza di uno degli assi viari principali del territorio, con la previsione tra l’altro dell’adeguamento del tratto Grosseto sud-San Pietro in Palazzi e del tratto centrale da Ansedonia a Grosseto.

Per quanto riguarda il collegamento Siena-Grosseto sono in corso i lavori di adeguamento a quattro corsie della E78 .
L’intervento riguarda in particolare un tratto di circa 11,8 km e interessa i comuni di Sovicille, Murlo e Monticiano.

I lavori, per un investimento complessivo di 195 milioni di euro, consistono nell’adeguamento a quattro corsie della SS223 “di Paganico” mediante la costruzione di una nuova carreggiata in affiancamento all’esistente.

Grosseto è inoltre dotata di un aeroporto civile (Grosseto Airport-Seam Spa), che al momento svolge servizio per voli privati, con un traffico charter molto sostenuto, pari a circa 1500 voli charter l’anno per visite business e turistiche.

Aeroporti

Fiumicino

Aeroporto Leonardo da Vinci di Roma Fiumicino a 170 Km

Pisa

Aeroporto Galileo Galilei di Pisa a 155 Km

Firenze

Aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze a 155 Km

Porti

Civitavecchia

Porto di Civitavecchia a 109 Km
(per Corsica, Sardegna, Sicilia, e Isola di Capraia)

Livorno

Porto di Piombino a 73 Km
(per Isola d’Elba, Isola di Pianosa, Sardegna, e Corsica)

Ferrovie

Grosseto-Roma

2 ore

Grosseto-Pisa

1 ora e 30 minuti

Strade

E80

Grosseto-Roma, Grosseto-Sarzana

SS223

Grosseto-Siena