Pubblicato il decreto per le Comunità Energetiche Rinnovabili (CER)


Il MASE ha pubblicato il decreto che favorisce la creazione e lo sviluppo delle Comunità Energetiche Rinnovabili (CER) e dell’autoconsumo diffuso in Italia. Il decreto entra in vigore dal 24 gennaio, dopo la registrazione della Corte dei Conti e l’approvazione della Commissione europea. Il provvedimento prevede che entro 30 giorni il Ministero, con la verifica dell’ARERA e la proposta del Gestore dei Servizi Energetici (GSE), approverà le regole operative per il riconoscimento degli incentivi. Il GSE, gestore della misura, aprirà i portali per le richieste entro 45 giorni dall’approvazione delle regole. Il decreto prevede due modalità di supporto: un contributo a fondo perduto fino al 40% dei costi ammissibili, finanziato dal PNRR, rivolto alle comunità con impianti nei comuni sotto i cinquemila abitanti, e una tariffa incentivante sull’energia rinnovabile prodotta e condivisa su tutto il territorio nazionale. I due benefici sono cumulabili, promuovendo lo sviluppo complessivo di cinque gigawatt di produzione di energia rinnovabile.

Articoli correlati

Fondo su AgriFoodTech da 100 mln: Riello Investimenti SGR lancia LINFA

Accordo per il rilancio dell’agroalimentare tra MASAF, CDP e Intesa Sanpaolo

Toscana leader degli investimenti esteri: 37 miliardi di fatturato

Approvato il Piano Strutturale: Grosseto pronta a cambiare volto

Start-up e Agritech in Italia: le analisi di Eatable Adventures

49 milioni dall’Inail per le imprese toscane che investono nella sicurezza

Contattaci

Una città accessibile alle grandi aree urbane

La città di Grosseto si colloca sull’asse viario Roma-Livorno ed è collegata alle grandi aree urbane di Siena e Firenze tramite la E78.

Per quanto riguarda l’asse Roma-Livorno (la cosiddetta Tirrenica) il Governo italiano ha annunciato che nel 2025 inizieranno i lavori per il potenziamento e la messa in sicurezza di uno degli assi viari principali del territorio, con la previsione tra l’altro dell’adeguamento del tratto Grosseto sud-San Pietro in Palazzi e del tratto centrale da Ansedonia a Grosseto.

Per quanto riguarda il collegamento Siena-Grosseto sono in corso i lavori di adeguamento a quattro corsie della E78 .
L’intervento riguarda in particolare un tratto di circa 11,8 km e interessa i comuni di Sovicille, Murlo e Monticiano.

I lavori, per un investimento complessivo di 195 milioni di euro, consistono nell’adeguamento a quattro corsie della SS223 “di Paganico” mediante la costruzione di una nuova carreggiata in affiancamento all’esistente.

Grosseto è inoltre dotata di un aeroporto civile (Grosseto Airport-Seam Spa), che al momento svolge servizio per voli privati, con un traffico charter molto sostenuto, pari a circa 1500 voli charter l’anno per visite business e turistiche.

Aeroporti

Fiumicino

Aeroporto Leonardo da Vinci di Roma Fiumicino a 170 Km

Pisa

Aeroporto Galileo Galilei di Pisa a 155 Km

Firenze

Aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze a 155 Km

Porti

Civitavecchia

Porto di Civitavecchia a 109 Km
(per Corsica, Sardegna, Sicilia, e Isola di Capraia)

Livorno

Porto di Piombino a 73 Km
(per Isola d’Elba, Isola di Pianosa, Sardegna, e Corsica)

Ferrovie

Grosseto-Roma

2 ore

Grosseto-Pisa

1 ora e 30 minuti

Strade

E80

Grosseto-Roma, Grosseto-Sarzana

SS223

Grosseto-Siena