Bando attutativo PNRR “Sostituzione e Ammodernamento Frantoi Oleari”

Con il decreto n.22724 del 19-10-2023, la Direzione Agricoltura e Sviluppo rurale della regione Toscana ha approvato il bando attuativo del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) – Missione 2 Componente 1 (M2C1) – Investimento 2.3 – Innovazione E Meccanizzazione Nel Settore Agricolo e Alimentare “Sostituzione /Ammodernamento Frantoi Oleari”. Il presente bando viene emanato per dare attuazione al bando quadro nazionale, concernente i criteri e le modalità per la concessione e l’erogazione di aiuti per la sostituzione/ammodernamento dei frantoi oleari in attuazione del PNRR. L’intervento è finalizzato a favorire la sostituzione/ammodernamento degli impianti di lavorazione, stoccaggio e confezionamento dell’olio extravergine di oliva, con l’obiettivo di migliorare la sostenibilità del processo produttivo, ridurre la generazione di rifiuti e favorirne il riutilizzo a fini energetici. Attraverso il bando sono concessi contributi a fondo perduto per favorire la sostituzione/ammodernamento dei frantoi esistenti anche attraverso l’introduzione di macchinari e tecnologie che migliorino le performance ambientali dell’attività di estrazione dell’olio extravergine di oliva. Il rinnovo degli impianti tecnologici è finalizzato, anche, al miglioramento della qualità degli olii e ad un generale incremento della sostenibilità della filiera olivicolo – olearia. L’importo complessivo dei fondi messo a disposizione per il presente bando è pari a 8.334.107,06 euro, ai sensi del DM di riparto del 2 febbraio 2023. Approfondisci.

Articoli correlati

49 milioni dall’Inail per le imprese toscane che investono nella sicurezza

Disponibile la procedura per la compensazione dei crediti d’imposta 2023-20224

 Il mercato dei vini toscani vola sopra la media. eWibe registra un +65% negli ultimi 5 anni

Cos’è il CAIE? il Comitato Attrazione Investimenti Esteri che facilita le aziende estere interessate all’Italia

Prorogata la scadenza del bando Pnrr per l’ammodernamento dei macchinari agricoli

Il Consiglio direttivo del Distretto Biologico si riunisci per il nuovo bando MASAF

Contattaci

Una città accessibile alle grandi aree urbane

La città di Grosseto si colloca sull’asse viario Roma-Livorno ed è collegata alle grandi aree urbane di Siena e Firenze tramite la E78.

Per quanto riguarda l’asse Roma-Livorno (la cosiddetta Tirrenica) il Governo italiano ha annunciato che nel 2025 inizieranno i lavori per il potenziamento e la messa in sicurezza di uno degli assi viari principali del territorio, con la previsione tra l’altro dell’adeguamento del tratto Grosseto sud-San Pietro in Palazzi e del tratto centrale da Ansedonia a Grosseto.

Per quanto riguarda il collegamento Siena-Grosseto sono in corso i lavori di adeguamento a quattro corsie della E78 .
L’intervento riguarda in particolare un tratto di circa 11,8 km e interessa i comuni di Sovicille, Murlo e Monticiano.

I lavori, per un investimento complessivo di 195 milioni di euro, consistono nell’adeguamento a quattro corsie della SS223 “di Paganico” mediante la costruzione di una nuova carreggiata in affiancamento all’esistente.

Grosseto è inoltre dotata di un aeroporto civile (Grosseto Airport-Seam Spa), che al momento svolge servizio per voli privati, con un traffico charter molto sostenuto, pari a circa 1500 voli charter l’anno per visite business e turistiche.

Aeroporti

Fiumicino

Aeroporto Leonardo da Vinci di Roma Fiumicino a 170 Km

Pisa

Aeroporto Galileo Galilei di Pisa a 155 Km

Firenze

Aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze a 155 Km

Porti

Civitavecchia

Porto di Civitavecchia a 109 Km
(per Corsica, Sardegna, Sicilia, e Isola di Capraia)

Livorno

Porto di Piombino a 73 Km
(per Isola d’Elba, Isola di Pianosa, Sardegna, e Corsica)

Ferrovie

Grosseto-Roma

2 ore

Grosseto-Pisa

1 ora e 30 minuti

Strade

E80

Grosseto-Roma, Grosseto-Sarzana

SS223

Grosseto-Siena