Pubblicato il rapporto sull’incrocio di domanda e offerta per la provincia di Grosseto

La Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno ha pubblicato il nuovo rapporto sull’incrocio della domanda e dell’offerta di lavoro per titolo di studio riferito all’anno 2023.

Nel 2022, la quota di candidati di difficile reperimento per le imprese grossetane è giunta al 32,8%. I professionisti over 30 sembrano essere più difficili da trovare.

Nel periodo 2018-2022, la quota di laureati under 30 difficili da reperire per le imprese maremmane è risultata molto elevata e superiore al dato generale riferito agli under 30. Si può ipotizzare che il mismatch trovi spiegazione nel fatto che il percorso accademico dei laureati residenti non sia in linea con quello che cercano le imprese locali oppure che il laureato difetti delle competenze specifiche (trasversali e/o tecniche) richieste dalle imprese, pur avendo un titolo di studio compatibile con la domanda espressa.

Per quanto riguarda la domanda espressa dalle imprese, il fabbisogno tende a concentrarsi nelle classi di laurea ad indirizzo Economico e Chimico-farmaceutico. Nel 2018, 2021 e 2022 Insegnamento e formazione è il terzo indirizzo di laurea più richiesto, sostituito da Linguistico, traduttori e interpreti nel 2019 e da Letterario, filosofico, storico e artistico nel 2020. La richiesta di Ingegneri e di laureati ad indirizzo Sanitario e paramedico è sempre presente seppur con intensità diversa a seconda dell’anno in esame e delle specifiche figure professionali richieste.

Per quanto riguarda l’offerta, risulta subito evidente come quest’ultima tenda a concentrarsi sull’indirizzo Economico, in linea con quanto espresso per le imprese. Al secondo posto troviamo la classe di lauree Medico-odontoiatrico/Sanitario-paramedico, titoli molto apprezzati sia dalle imprese pubbliche che da quelle private. Al terzo posto, per numero di laureati, si posiziona stabilmente l’indirizzo Politico-sociale a cui non si associa una domanda particolarmente significativa da parte delle imprese private.

Per il futuro, le situazioni più critiche in termini di mismatch potrebbero interessare i gruppi di laurea Economico, Ingegneria elettronica e dell’informazione, Ingegneria industriale e Letterario, filosofico, storico e artistico.

Nel contesto degli ITS, tra  le aree tecnologiche con il più alto valore della domanda e della difficoltà di reperimento nel 2022 per le imprese grossetane ci sono Nuove tecnologie per il made in Italy indirizzo Meccanica e Sistema casa. Le imprese manifestano un certo interesse anche per Nuove tecnologie per il made in Italy – Marketing e sostenibilità, Tecnologie della informazione e della comunicazione e Tecnologie innovative per beni e attività culturali. Fatta eccezione per quest’ultimo indirizzo, gli irreperibili sono la maggior parte.

Il rapporto è consultabile al seguente link

Articoli correlati

49 milioni dall’Inail per le imprese toscane che investono nella sicurezza

Disponibile la procedura per la compensazione dei crediti d’imposta 2023-20224

 Il mercato dei vini toscani vola sopra la media. eWibe registra un +65% negli ultimi 5 anni

Cos’è il CAIE? il Comitato Attrazione Investimenti Esteri che facilita le aziende estere interessate all’Italia

Prorogata la scadenza del bando Pnrr per l’ammodernamento dei macchinari agricoli

Il Consiglio direttivo del Distretto Biologico si riunisci per il nuovo bando MASAF

Contattaci

Una città accessibile alle grandi aree urbane

La città di Grosseto si colloca sull’asse viario Roma-Livorno ed è collegata alle grandi aree urbane di Siena e Firenze tramite la E78.

Per quanto riguarda l’asse Roma-Livorno (la cosiddetta Tirrenica) il Governo italiano ha annunciato che nel 2025 inizieranno i lavori per il potenziamento e la messa in sicurezza di uno degli assi viari principali del territorio, con la previsione tra l’altro dell’adeguamento del tratto Grosseto sud-San Pietro in Palazzi e del tratto centrale da Ansedonia a Grosseto.

Per quanto riguarda il collegamento Siena-Grosseto sono in corso i lavori di adeguamento a quattro corsie della E78 .
L’intervento riguarda in particolare un tratto di circa 11,8 km e interessa i comuni di Sovicille, Murlo e Monticiano.

I lavori, per un investimento complessivo di 195 milioni di euro, consistono nell’adeguamento a quattro corsie della SS223 “di Paganico” mediante la costruzione di una nuova carreggiata in affiancamento all’esistente.

Grosseto è inoltre dotata di un aeroporto civile (Grosseto Airport-Seam Spa), che al momento svolge servizio per voli privati, con un traffico charter molto sostenuto, pari a circa 1500 voli charter l’anno per visite business e turistiche.

Aeroporti

Fiumicino

Aeroporto Leonardo da Vinci di Roma Fiumicino a 170 Km

Pisa

Aeroporto Galileo Galilei di Pisa a 155 Km

Firenze

Aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze a 155 Km

Porti

Civitavecchia

Porto di Civitavecchia a 109 Km
(per Corsica, Sardegna, Sicilia, e Isola di Capraia)

Livorno

Porto di Piombino a 73 Km
(per Isola d’Elba, Isola di Pianosa, Sardegna, e Corsica)

Ferrovie

Grosseto-Roma

2 ore

Grosseto-Pisa

1 ora e 30 minuti

Strade

E80

Grosseto-Roma, Grosseto-Sarzana

SS223

Grosseto-Siena